L’impegno di Edison, costruire insieme un futuro di energia sostenibile nel rispetto dell’ambiente, cura del cliente migliorando la carbon footprint

Edison è uno dei principali operatori energetici in Italia. Da oltre 135 anni mette competenze e tecnologia al servizio dell’energia ed è impegnata in progetti che riguardano il tema della sostenibilità. A fianco anche della PA per favorire la rigenerazione urbana e il percorso di transizione energetica verso le smart city per un ecosistema a misura d’uomo

Nello scenario attuale quali sono le opportunità e le
soluzioni che un operatore storico come Edison può
mettere a disposizione delle imprese per favorire il loro business e permettere loro di coniugare competitività e mitigare gli impatti delle attività produttive sull’ambiente e
sul territorio?

Giovanni Brianza, Executive Vice President Energy & Environmental Services Market di Edison

Edison può aiutare i propri partner a ridurre il fabbisogno energetico e può accompagnarli nel percorso di progressiva decarbonizzazione della produzione. Nell’ambito della transizione ecologica già in atto, Edison è il partner ideale potendo garantire a imprese e territori competenze specifiche lungo tutta la catena del valore, un approccio integrato, solidità finanziaria e capacità di investimento. Guidiamo l’innovazione e la trasformazione delle imprese, applicando indipendenza e flessibilità tecnologica, offrendo servizi e soluzioni integrate e su misura che portano benefici economici ed ambientali, misurabili nel tempo.
L’impegno nei confronti dei nostri clienti è aumentarne produttività e competitività, andando a incidere su riduzione e ottimizzazione del consumo energetico degli asset industriali, migliorandone allo stesso tempo la carbon footprint. Non siamo fornitori di una singola tecnologia, ma guardiamo all’uso efficiente delle risorse dell’intero ecosistema energetico, liberando il cliente dalla preoccupazione di scelte complesse.
Tutto ciò richiede competenze diversificate, in merito a tecnologia, normative e capacità nel comprendere uno scenario in continua evoluzione, un territorio che abitiamo da oltre 135 anni e un mercato che affrontiamo con un ruolo riconosciuto.
Aiutiamo i nostri clienti e i territori a gestire in modo intelligente il problema degli scarti industriali trasformandoli in risorse preziose per la produzione di energia da fonti rinnovabili e contribuendo così allo sviluppo di un’economia circolare e sostenibile.
Siamo inoltre impegnati nello sviluppo del mercato del biometano e dell’idrogeno, nuova commodity e rilevante tecnologia per la decarbonizzazione.

Qual è il ruolo della digitalizzazione nel favorire il percorso verso la sostenibilità delle aziende?

Per noi il digitale è metodo e soluzione: metodo perché è acceleratore di innovazione, soluzione perché partendo dal dato possiamo conoscere i reali bisogni e consumi delle aziende e creare modelli digitali in grado di generare risparmi e ritorni significativi sugli investimenti, nonché impatti positivi a livello ambientale.
Il digitale è l’elemento centrale per gestire un mix energetico sempre più complesso – fotovoltaico, cogenerazione, trigenerazione, pompe di calore-garantendo una generazione smart, flessibile e modulabile in funzione della produzione industriale, assicurando al tempo stesso una migliore performance degli impianti.
L’intelligenza artificiale, ovvero la capacità di apprendimento automatico attraverso una serie di algoritmi, integrata in piattaforme digitali, consente di raccogliere, aggregare e analizzare qualsiasi tipo di dato generato da un impianto industriale, interagendo al contempo con elementi provenienti dall’ambiente esterno. In questo modo la soluzione è in grado di creare il gemello digitale dello stabilimento e di permettere l’individuazione di nuove opportunità di ottimizzazione degli impianti.

Michelin italiana rende lo stabilimento di Cuneo più sostenibile insieme ad Edison

Oltre ad accompagnare le aziende, Edison è anche al fianco della PA. In che modo la vostra azienda riesce a favorire la rigenerazione urbana e il percorso di transizione
energetica verso le smart city?

Smart city per noi significa prima di tutto ecosistema a misura d’uomo, sostenibile, digitale e interconnesso. Accompagniamo Pubbliche Amministrazioni e Comunità attraverso una maggiore consapevolezza delle proprie risorse e potenzialità verso la progettazione dei territori del futuro, attenti alla riduzione delle emissioni di CO2 e dei fattori inquinanti e alle ricadute sociali.
Mettiamo a disposizione capacità ed esperienza per sviluppare iniziative integrate che comprendono soluzioni per l’ambiente, l’illuminazione, la sicurezza e la mobilità. Co-progettiamo smart city con le Pubbliche Amministrazioni applicando modelli di business innovativi come il Partenariato Pubblico Privato, che permette di sviluppare progettualità a medio-lungo termine e di gestire in maniera più efficace le opportunità aperte dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).
In un’ottica di economia circolare, realizziamo soluzioni che consentano di creare delle comunità in grado di essere autonome dal punto di vista energetico, di valorizzare e mettere a fattor comune le risorse locali disponibili, inclusi gli “scarti” termici delle realtà industriali presenti sul territorio.
Sul fronte della mobilità sostenibile Edison è in grado di fornire e installare colonnine di ricarica elettrica di tipologia differenziata a seconda del tipo di utilizzo, ma anche di offrire soluzioni per il trasporto pubblico locale e per i mezzi di raccolta rifiuti basate sull’utilizzo del biometano. Ma la mobilità sostenibile non può prescindere dai temi di ottimizzazione del traffico: su questo fronte mettiamo a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni sistemi integrati che, partendo dai dati raccolti da sensori distribuiti sul territorio, consentono una gestione intelligente dei parcheggi e della viabilità urbana e una programmazione delle azioni di ottimizzazione del traffico cittadino.
Anche in questo ambito il digitale è quindi un ingrediente fondamentale, supportando in modo efficace i processi decisionali di rigenerazione e progettazione urbana: utilizziamo modelli digitali del territorio per simulare scenari e valutare l’impatto delle politiche pubbliche in termini economici, ambientali e sociali.